Risorse sulla salute e il benessere

Coliche addominali: curarsi con le piante

La natura mette a disposizione preziose soluzioni per curarsi senza ricorrere da subito a farmaci che possono essere considerati troppo invasivi. È quello che succede, ad esempio, in caso di dolori muscolari o in caso di coliche.

La natura, un’alleata contro le coliche

Tra i rimedi naturali utili a contrastare il dolore, molti, come la camomilla, possono agire in sostegno di chi soffre di coliche. Con il termine “colica” si indica, generalmente, ogni dolore legato alla contrattura o allo spasmo di un organo cavo. È il caso di intestini, ureteri, colecisti o cistifellea. La contrazione è conseguenza di un’irritazione, data spesso dalla presenza di renella o fango biliare o all’ispessimento del succo pancreatico. A generare queste contrazioni sono in realtà quelle che si manifestano al livello dei sistema nervoso. È possibile intervenire in modo naturale per affrontare questa patologia, sia per ridurre le sofferenze, sia per dare il giusto peso ai sintomi che si provano.

Il segreto è nell’alimentazione

Nei casi più gravi, quelli che vedono il letto come obbligatorio almeno per un paio di giorni, è bene provvedere a depurare l’organismo assumendo solo un infuso di tè. Solo dopo un paio di giorni sarà possibile riprendere l’alimentazione corretta. Ma quali sono i miorilassanti naturali migliori per attenuare i dolori di coliche e spasmi muscolari?

I segreti della camomilla

fiori di camomilla sono i prodotti naturali con proprietà miorilassanti tra i più noti, grazie alle loro proprietà blandamente sedative. La pianta ha soprattutto proprietà antispasmodiche, che producono un rilassamento muscolare, grazie alla presenza nel suo fitocomplesso dei flavonoidi (eupatuletina, quercimetrina) e delle cumarine. Ecco, quindi, che in caso di crampi intestinali, cattiva digestione, sindrome dell’intestino irritabile, spasmi muscolari e dolori mestruali è consigliabile assumere camomilla. Lo stesso dicasi per situazioni di particolare stress o tensione. Inoltre, la camomilla migliora le funzionalità del sistema gastroenterico perché favorisce l’eliminazione dei gas intestinali.

La melissa è amica dello stomaco

Anche la melissa è ricca di proprietà miorilassanti capaci di intervenire su coliche e dolori addominali. Le foglie di questa pianta sono molto profumate e sono ricche di un olio essenziale ricco di citrale e citronellale, polifenoli e flavonoidi. Elementi che svolgono un’azione sedativaantispasmodica e miorilassante. La melissa rilassa le contrazioni della muscolatura liscia dello stomaco e favorisce la digestione. Contribuisce, come la camomilla, a eliminare i gas accumulatisi nel tubo digerente.

La valeriana combatte l’ansia

I disturbi digestivi e i dolori addominali possono essere conseguenze di forti situazioni di tensione che si ripercuotono sul fisico. La valeriana è una delle piante e dei prodotti naturali già utilizzata dagli antichi per le sue proprietà calmanti. Veniva utilizzata, in particolare, come rimedio per i dolori muscolari del collo. Ha un potente effetto sedante che risulta molto efficace nel contrasto agli stati d’ansia e ai disturbi del sonno.

Passiflora e ravanello contro le contrazioni muscolari

I dolori addominali sono frutto, come visto di contrazioni. Tra le erbe che possono essere utilizzate per rilassare i nostri muscoli e i nostri organi ci sono anche la passiflora e il ravanello. La prima, in particolare, possiede alcaloidi, oli essenziali ed altri composti dall’azione rilassante ed analgesica. Viene utilizzata soprattutto contro insonnia, contratture muscolari, stress e stati d’ansia. Il ravanello, invece, riduce la tensione.

Post a Comment

Your email is kept private. Required fields are marked *