Risorse sulla salute e il benessere

Cosmesi BIO

L’universo femminile della bellezza ha visto negli ultimi anni l’avvicendarsi di tantissimi prodotti innovativi soprattutto per quanto riguarda la cosmesi. Proprio quest’ultima, amalgamando scienza a natura, è riuscita a proporre alle donne una serie di validi aiuti per il make-up e per la cura della persona: i cosmetici bio. Negli ultimi anni, ha iniziato a prendere sempre più piede tra i consumatori, l’idea del naturale che, grazie all’industria biologica, sta raccogliendo un gran numero di seguaci.

I prodotti bio quindi non riguardano più soltanto l’alimentazione, ma anche la cura della persona e la cosmesi. Ovviamente, prima di lanciarsi nella scelta di nuovi prodotti cosmetici Bio, è bene prestare la massima attenzione affinché non si ricada nelle frodi che si trovano spesso in questo settore.

Il settore biologico  diventa così un argomento assai complesso che ha bisogno di conoscenze affinché i suoi prodotti possano davvero contribuire a curare la propria persona al meglio.

Quali sono però i requisiti che permettono ad un prodotto di godere della certificazione biologica? Per quanto riguarda la cosmesi, non è così semplice come con i prodotti alimentari. Questi ultimi infatti si riuniscono sotto un unico regolamento europeo per una certificazione generale, valida per tutti i Paese dell’area euro.

I prodotti alimentari Bio prevedono una certificazione obbligatoria ma così non è per quanto riguarda la cosmesi biologica. Spesso molte aziende frodano il cliente apponendo false diciture sulle etichette dei prodotti, così come possono essere “eco”, “bio” o “natural”. Se pensiamo che addirittura molte aziende si sono furbamente intitolate con una di queste diciture all’interno del loro nome, è facile capire che il settore ha in realtà una serie di lacune normative che danneggiano il consumatore finale.

La scelta di un cosmetico deve innanzitutto seguire una conoscenza basilare degli ingredienti più comuni usati nel settore. E’ bene perciò verificare se gli ingredienti che compongono  un prodotto, siano o meno di origine biologica ma ancor prima, se di origine naturale. Quando un prodotto riesce però a rispettare entrambe le condizioni, si può addirittura parlare di “cosmetico ecologico e biologico”. La rete ormai aiuta tantissimo nella scoperta degli ingredienti fondamentali di ogni cosmetico, così come nella decifrazione dell’Inci, grazie al quale è possibile capire effettivamente se un cosmetico sia biologico o meno.

Certificazioni cosmesi Bio

Come dicevamo, per appurare la genuinità di un cosmetico, è necessario avere un minimo di esperienza in merito, se così non fosse, bisogna prestare attenzione alle eventuali certificazioni. Quali sono però questi enti certificatori in grado di provare la genuinità del cosmetico che andremo a comprare?

L’Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica, meglio conosciuta con l’acronimo AIAB, ha elaborato un disciplinare sulla Cosmesi Bio Ecologica che vuole apporre una garanzia sui prodotti commercializzati ovvero quella che certifica l’assenza di sostanze discutibili. La certificazione AIAB non offre soltanto garanzie sul prodotto in sé ma anche sull’imballaggio. La presenza di materiali non vegetali a rischio, quali irritanti o allergizzanti, può far saltare la possibilità che un prodotto goda di tale certificato. Allo stesso modo, per godere del marchio AIAB, è necessaria la totale mancanza di sperimentazione sugli animali, così come quella di ingredienti geneticamente modificati o inquinanti.

Quella di AIAB però non è l’unica certificazione nel settore della cosmesi Bio. Vediamo intanto di elencarvi gli altri enti i cui bollini rappresentano una garanzia sulla genuinità del prodotto che stiamo per acquistare.

Certificazione Eco Bio Cosmesi Icea: Icea offre una certificazione su ecologico e biologico. Trovarsi davanti a un prodotto con tale marchio, ci mette al riparo da brutte sorprese. Con la Eco Bio Cosmesi infatti, Icea garantisce che le materie prime provengono da agricoltura biologica e che non vi sono ingredienti dannosi per l’ecosistema. Allo stesso modo, può godere di tale certificazione anche il prodotto proveniente da agricoltura a raccolta spontanea.

Cosmesi Naturale Icea: Icea propone anche la certificazione Cosmesi Naturale, grazie al cui disciplinare è possibile stabilire la correlazione tra cosmetici e materie prime di tipo naturale. Con questo marchio vi è la garanzia che i processi produttivi rispettino la salute dell’essere umano ma anche quella dell’ambiente e degli animali.

Certificazione CCPB: la cosmesi biologica vanta, tra le altre, anche la possibilità di certificazione CCPB. Grazie a questa, è possibile, in base alle materie prime utilizzate, differenziare in modo più preciso i cosmetici biologici da quelli naturali o ancora da quelli nature. CCPB produce in realtà una serie di marchi che corrono in aiuto dei consumatori più attenti, non soltanto per quanto riguarda la cosmesi ma anche per l’alimentazione, per i detergenti e per i dispositivi medici biologici.

Standard internazionali: CosmoS e NaTrue. Tra gli standard certificatori della purezza delle materie prime dei cosmetici, ve ne sono due privati validi su scala globale ovvero CosmoS e NaTrue. Questi due marchi corrono in soccorso dei consumatori europei ogniqualvolta, nell’acquisto di un prodotto cosmetico biologico, non vi sia nessun riferimento particolare a normative europee. Ecco che, appunto, se non esiste un quadro normativo generalizzato per il nostro Paese, grazie a CosmoS e NaTrue è possibile acquistare con fiducia il giusto cosmetico Bio.

Benefici della cosmesi biologica

Sono sempre più le donne ma anche gli uomini che scelgono il biologico sia per quanto riguarda la cosmesi che per la cura della persona tutta. Sebbene da una parte il biologico sia diventato una tendenza, i benefici dei prodotti certificati Bio sono numerosi. Perché scegliere un prodotto con certificazione Bio? I cosmetici sono prodotti topici, il cui uso è sempre esterno ma va considerato che tutti i prodotti applicati su labbra (come rossetti, gloss e matite contornolabbra), sul viso (come creme, fondotinta e phard), sugli occhi (come matite, kajal, ombretto e mascara), in fin dei conti entrano nel corpo visto che quest’ultimo si nutre anche attraverso la pelle. Applicare un cosmetico diventa quindi un po’ come mangiarlo poiché tutte le sostanze in esso contenuto, vengono assimilate dal nostro corpo.

Da non dimenticare poi, che i prodotti biologici sono generosi nei confronti dell’ambiente e quindi sono consigliati a chi si vuole doppiamente bene. Il biologico infatti sta per naturalità. A differenza dei cosmetici dei brand commerciali più noti, quelli bio non subiscono trasformazioni di tipo chimico e pertanto non hanno impatti deleteri sull’ambiente, sia in fase di produzione che in quella di scarto.

Com’è giusto che sia, il biologico ha prezzi più elevati rispetto agli stessi prodotti della grande distribuzione per via delle certificazioni che vengono apposte sugli articoli. E’ anche vero però, che negli ultimi anni le più importanti linee eco e bio iniziano a diventare più accessibili poiché sono sempre più i consumatori attenti al benessere della propria persona e della natura.

Migliori marchi Bio Cosmesi

Sebbene il settore della cosmesi biologica ed ecologica garantisca una qualità standard grazie alle certificazioni di cui sopra, molti consumatori si affidano unicamente a brand noti che negli anni hanno fatto della qualità delle loro materie prime, il proprio cavallo di battaglia. Vediamo di elencare alcuni tra i migliori marchi attualmente sul mercato dei cosmetici biologici.

NaturEtica: azienda nata nel 1980 che, come si evince dallo stesso nome, ha voluto sin dalla sua nascita, portare avanti un discorso etico nei confronti della natura. Questo brand garantisce purezza ed efficacia grazie ai suoi ingredienti senza organismi geneticamente modificati e che subiscono ripetuti e severi controlli produttivi.

Bioearth: dal 1997 assoluta qualità nelle materie prime. Quest’azienda è tra i leader della filosofia del rispetto per la natura grazie ai suoi prodotti, la cui produzione ha un bassissimo impatto a livello ambientale. Anche qui i controlli sono molto attenti.

Neve Cosmetics: nata nel 2009, questa piccola azienda del Piemonte è tra i nomi italiani più gettonati. Salita ultimamente agli onori della stampa per la causa che ha dovuto affrontare contro Nivea, la Neve produce make-up minerale, i cui ritmi produttivi hanno poche e semplici regole ovvero zero crudeltà sugli animali ma colori, semplicità ed efficacia.

Akamuti: prima azienda non italiana di questa lista, trattasi di una piccola realtà inglese, affacciatasi sui mercati del Bio nell’anno 2003. Le materie prime dei suoi cosmetici biologici vengono lavorate a mano e selezionate direttamente dal brand nell’etica del commercio sostenibile.

Sante NatureKosmetik: leader tedesco dei cosmetici biologici eco, questo produttore vanta un ricco catalogo costituito da prodotti per la cura del corpo e per il make-up. Garantite le materie prime grazie ai certificati biologici.

Tea Natura: ancora un brand italiano, e più precisamente di Ancona che, dal 2003 si propone sui mercati della cosmesi Bio con cosmetici e detergenti che rispettano l’ambiente. Un tempo si chiamava Tea Prodotti Naturali ma oggi solo Tea Natura.

Pilogen Carezza: questo è il marchio più antico della nostra lista che, infatti, promuove la bellezza attraverso la cosmesi, sin dal 1898. Ultimamente il produttore gode di certificazioni biologiche che, associate all’arte cosmetica di cui è stato sempre promotore, ne fa uno dei marchi più apprezzati.

BJOBJ: l’azienda di Milano esiste fin dal 1989, quando ha voluto lanciare una serie di prodotti cosmetici e detergenti, naturali ed ecologici. Le materie prime del brand milanese sono naturali e biologiche, o ancora, da crescita spontanea.

Verdesativa: piccolo brand Bio che ha, tra le sue particolarità, quella di immettere sul mercato prodotti il cui ingrediente principale è l’olio di Canapa Sativa. Ovviamente vi sono anche altri estratti naturali ma tutti puri e certificati.

Post a Comment

Your email is kept private. Required fields are marked *