Risorse sulla salute e il benessere

I lassativi come metodo di dimagrimento

L’accumulo di peso è oggi uno dei problemi più comuni tra uomini e donne, sia giovani che in età avanzata. La linea perfetta diventa così un sogno remoto al quale i più ambiscono, senza però riuscire a concretizzare l’ideale comune di silhouette perfetta. Dimagrire non è operazione così semplice e immediata e quanti ci provano continuamente, sanno bene quanto sia duro in realtà perdere anche soltanto un chilo.

Complice la TV poi, siamo sommersi da infiniti strumenti e prodotti la cui efficacia è oscura ai più. C’è chi consiglia attività fisica, chi una dieta corretta e povera di grassi. Ci sono poi le tante reclami su barrette energetiche dal basso contenuto calorico e infine ci sono persone che consigliano di dimagrire con i lassativi.
Proprio questi ultimi possono fare al caso di chi ha peso in esubero ma, come per ogni strategia atta a far perdere peso, vi sono pro e contro e soprattutto è necessaria una buona informazione al fine di riuscire a raggiungere lo scopo prefissato senza farsi del male.

I lassativi non sono per nulla l’opzione più semplice per quanto riguarda il dimagrimento ma ciò non vuol dire che non siano efficaci. Per molti infatti usare dei purganti al fine di definire la propria silhouette è una scorciatoia che affronta la salute dell’organismo in maniera troppo diretta. In alcuni casi poi qualcuno potrebbe suggerire che, essendo compito dei lassativi quello di far perdere liquidi corporei, e visto che il nostro corpo è composto da oltre il 60% di acqua, che in realtà la dieta con i lassativi è fittizia ovvero offre benefici solo di tipo momentaneo.

I lassativi in effetti, non bruciano massa grassa ovvero quella che si andrebbe a consumare con un’intensa sessione di sport. E’ anche vero però che questi purganti riducono la quantità di nutrienti che il corpo dovrebbe assorbire. Le sostanze con potere lassativo infatti accelerano il transito intestinale ma tutto ciò ha ripercussioni sul proprio organismo, soprattutto se questa pratica viene portata avanti per lungo tempo.

Basti pensare che la dieta con i lassativi è quella che mettono in pratica spesso le fotomodelle, che a lungo andare rischiano di cadere nell’anoressia. Tra gli altri elementi a sfavore vi sono sicuramente gli effetti indesiderati che portano ad una serie di conseguenze spiacevoli e che in alcuni casi limitano la libertà dell’individuo che ne fa un uso intensivo.

Ecco che, usando troppo spesso i purganti, si soffrirà di diarrea e meteorismo. Vi saranno anche dolori addominali e una serie di scompensi dell’organismo che porteranno a debolezza fisica, spossatezza e disidratazione. Non da meno, utilizzando troppo spesso i lassativi per dimagrire, si finisce con il colpire la flora batterica intestinale che andrà così a impoverirsi per rendere il nostro corpo più debole e facile preda di virus e malattie varie.

I lassativi oltretutto portano a conseguenze ancora più gravi, quali la colite ipotonica e la melanosi del colon. Detto ciò, sembra palese il consiglio di quanti non prevedono il lassativo come un metodo efficace e comprovato per combattere l’aumento di peso.

In commercio però vi sono anche dei validi sostituti ovvero dei medicinali la cui azione mira a ricreare nel corpo umano gli stessi identici effetti dei lassativi senza però alcuna ripercussione di tipo negativo. Questi farmaci sono approvati dalla comunità medica e perciò sono sicuri e consigliabili. Tra i più famosi vi sono  l’Acarbosio e l’Orlistat.

Acarbosio: l’acarbosio è un medicinale il cui scopo è quello di ristabilire l’equilibrio glicemico che va scompensandosi nelle persone affette da diabete ma anche in quanti soffrono di obesità. In quest’ultimo caso, l’acarbosio agisce direttamente sui carboidrati diminuendone l’assorbimento. Tra l’altro vi è un effetto ipoglicemico atto a ridurre il rilascio di insulina che, tra l’altro, si interessa nella sintesi dei grassi.

Orlistat: l’Orlistat è un medicinale noto tra le persone che soffrono di obesità. Questo è infatti uno dei rimedi contro l’accumulo di peso più quotati in medicina. Il farmaco riduce l’assorbimento dei grassi che, nel caso di quelli alimentari, sono costituiti al 98% da trigliceridi. Con Orlistat, proprio questi ultimi non vengono assorbiti dalla mucosa intestinale nemmeno dopo essere passati indenni dalla digestione. Semplicemente con Orlistat i trigliceridi vengono eliminati tramite le feci.

In definitiva, è sconsigliabile l’utilizzo del fai da te per dimagrire, soprattutto qualora si volessero usare lassativi o usare gli aminocidi per dimagrire che, ricordiamo, vanno assunti secondo quanto riportato sul foglio illustrativo. Pertanto è preferibile provvedere ad un recupero del proprio peso forma o tramite gli appositi medicinali oppure tramite rimedi di tipo naturale.

L’alimentazione, come abbiamo già detto, è, per molti versi, uno dei fattori più importanti se si vuole perdere peso, senza dimenticare ovviamente l’esercizio fisico che, accelerando il metabolismo del corpo, aiuterà a bruciare più velocemente la massa grassa per delineare le forme al meglio.

Lassativi di massa

Tra i lassativi ve ne sono alcuni però che possono fare al caso di quanti volessero dimagrire senza però comportare una serie di rischi pericolosi per la salute del proprio organismo. Questi sono i cosiddetti “lassativi di massa” ovvero purganti a base di fibre vegetali, la cui azione principale è quella di riempire lo stomaco per far sì che questo mandi al cervello un segnale di sazietà. Trattasi in realtà di una semplice illusione poiché, tramite le fibre vegetali, il corpo si sentirà sazio anche con quantità minime.

Tra questi i più famosi sono la crusca, i semi di psillio e quelli di lino, la gomma di guar e la pectina.

Per far sì che questi lassativi di massa compiano la loro azione al meglio, è necessario che vengano presi prima dei pasti insieme a molta acqua, secondo le indicazioni dei produttori. Queste fibre si rigonfieranno all’interno dello stomaco così che una volta a tavola sarà sufficiente mangiare poco per sentirsi già sazi.

Anche i lassativi di massa hanno i loro contro ed infatti al lungo andare fanno registrare al corpo umano una perdita di elementi nutritivi importanti. Per questo motivo, l’utilizzo di queste fibre vegetali con lo scopo del dimagrimento, deve essere sempre associato a integratori di sali minerali e vitamine così che possano essere ricompensate le precedenti perdite.

Tra gli altri lassativi di massa vi sono anche quelli cosiddetti “irritanti” che, al contrario di quelli di cui sopra, vanno assunti a fine pasto con lo scopo di ridurre l’assorbimento degli elementi nutritivi. Meno consigliabili per dimagrire sono quindi i lassativi come il rabarbaro, l’olio di ricino, il Guttalax, la cascara, l’aloe, la senna, la fenolftaleina e il Dulcolax.

Lassativi naturali

Vi è però una via ancora più sicura, sebbene per molti aspetti sia la meno incisiva tra quelle esposte finora. Stiamo parlando dei “lassativi naturali” ovvero di una serie di alimenti o erbe che madre natura ci ha dato al fine di combattere la stitichezza e in alcuni casi anche dimagrire la pancia. Molti tra questi lassativi sono noti a quanti preferiscono risolvere i problemi di stipsi senza ricorrere a medicinali debilitanti. In pochi sanno però che un uso continuo di questi alimenti può aiutare nel dimagrimento con risultati anche importanti.

Questi lassativi sono efficaci, sebbene il loro potere, ricordiamo, non è di certo all’altezza dei medicinali o di quelli di massa. Vediamo di capire quali sono questi purganti naturali che possono aiutare a far perdere anche decine di chili. Premettiamo però che, ad ogni modo, più blandi saranno i loro effetti e più tempo sarà necessario affinché i risultati si notino.

Acqua: sebbene possa sembrare strano, l’acqua è in realtà uno dei lassativi più potenti che esiste. L’acqua infatti ripulisce il tratto gastro-intestinale, ammorbidisce le feci e, non ultimo, stimola i movimenti del transito intestinale. L’acqua, oltretutto, riempie lo stomaco e pertanto è possibile perdere peso anche soltanto bevendo una buona quantità di acqua prima di sedersi a tavola.

Cereali integrali: i cereali integrali sono un valido aiuto sia contro la stipsi che contro il peso in eccesso. I cereali infatti danno un senso di sazietà prematuro e portano il cervello a cancellare lo stimolo della fame. Possono essere inseriti nelle nostre diete nei pasti principali ma anche durante la colazione e la merenda. Il loro potere pulente inoltre, stimola tutte le funzionalità intestinali.

Legumi: anche i legumi, come i cereali, sono tra i lassativi naturali più potenti grazie all’importante quantità di fibre che contengono. Lenticchie, fagioli e ceci aiutano quindi a perdere peso anche se , ricordiamo, è bene fare attenzione poiché nel caso di colon irritabile potrebbero offrire effetti collaterali non da poco.

Gomme e caramelle: sebbene siano note perché di certo non salutari, le gomme da masticare e le caramelle sono un valido aiuto per perdere peso. Ovviamente sono consigliabili unicamente quelle senza zucchero. La loro funzione osmotica avviene grazie al sorbitolo. È considerato tra i lassativi più efficaci ma sicuramente non è una mano santa per il nostro stomaco che spesso è portato a lavorare a vuoto.

Prugne secche: sì, ovviamente tra i lassativi naturali per dimagrire non potevano mancare le prugne secche, famoso rimedio della nonna. E’ tra i purganti più antichi e anche tra i preferiti da tutti. Le prugne secche infatti contengono infinite proprietà benefiche grazie ai loro tantissimi elementi nutrienti. Possono essere integrate nella dieta di tutti i giorni.

Post a Comment

Your email is kept private. Required fields are marked *